La scuola

Mostra del libro all’I.C. Vittorino da Feltre

Mostra del libro

Sindacati

banner bullismo scuolaDAE

Intercultura

Allegato al POF – a.s. 2012/13 – Protocollo di intervento nei confronti degli alunni stranieri (scuola infanzia e primaria)

Allegato al POF – a.s. 2012/13 – Protocollo di intervento nei confronti degli alunni stranieri (scuola secondaria)


cineforum

Scuola dell’infanzia

INTERCULTURALITA’ E MULTICULTURALITA’ 

scarica : Verso il Magreb: incontri di cultura

La scuola dell’infanzia oggi è luogo di incontro di culture, confronto, scambio, ma soprattutto di accoglienza: intesa come:

– accoglienza ed integrazione degli alunni stranieri nella nostra lingua e cultura, nel rispetto e nella valorizzazione della lingua e della cultura di origine;

– promozione di una cultura del dialogo e della reciprocità.

Da ciò derivano le iniziative concrete che le insegnanti mettono in atto per la formazione di cittadini del mondo  responsabili, autonomi, creativi e critici che condividano i valori universali dell’uguaglianza, della solidarietà, della cooperazione e della pace, utilizzando lo strumento linguistico quale strumento di integrazione .


Scuola primaria

La Commissione Intercultura è una delle commissioni miste della Scuola, è composta da docenti e genitori.

Festa Intercultura 2015:  “Insieme per condividere


 

Scuola secondaria di grado

scarica: Favole, fiabe , poesie dei nostri paesi d’origine


Alla Fermi,  i docenti credono nell’importanza di affrontare le attività in senso interculturale.

Il concetto di integrazione non è visto semplicemente come adattamento degli alunni provenienti da altre nazioni alle abitudini e stili di vita dei loro compagni italiani, ma come apertura alla conoscenza reciproca delle culture presenti nella scuola, intesa come arricchimento di tutti e come antidoto ad atteggiamenti di intolleranza. In questo senso è più corretto parlare di “interazione” culturale, da attuarsi promuovendo la conoscenza e il confronto tra le culture presenti nella scuola. Il Progetto Intercultura si articola in due filoni principali: le attività di insegnamento e approfondimento della conoscenza della lingua e della cultura italiana e le attività di mediazione culturale.

L’insegnamento della lingua italiana come lingua seconda è a sua volta articolato in 4 corsi, di cui 3:

  • base, per alunni arrivati nell’ultimo anno (5 ore settimanali in orario curricolare – 8 alunni)
  •  intermedio, per alunni di prima o seconda generazione che presentano ancora lacune nella conoscenza dell’italiano come strumento comunicativo (4 ore in orario curricolare o 2 in orario curricolare e 2 in orario extracurricolare – 11 alunni)
  •  italiano per lo studio, per gli alunni che si esprimono ormai abbastanza correttamente, ma hanno ancora difficoltà di comprensione e utilizzo del lessico delle discipline (2 ore in orario curricolare e 2 in orario extracurricolare – 10 alunni)

sono gestiti dagli operatori del Lab Li 2, facenti capo all’Associazione culturale l’Insegnalibro.

Il quarto corso, “Italiano per studiare”, si rivolge ad alcuni alunni che necessitano di esercizio nella produzione scritta e orale in lingua italiana ed è gestito da un’insegnante dell’Associazione ASAI (2 ore in orario extracurricolare).

Il secondo filone è costituito dagli incontri con i mediatori culturali della “Cooperativa Liberi tutti”, cioè con operatori specializzati appartenenti alle varie etnie degli alunni, all’interno di un progetto finanziato dal Comune di Torino, che si articola, a seconda delle esigenze e problematiche evidenziate dagli insegnanti, in colloqui con docenti, genitori, alunni e attività di accompagnamento scolastico, finalizzati a rendere più comprensibile alle famiglie il funzionamento della scuola e a mettere in comunicazione richieste ed aspettative da entrambe le parti. Sono state assegnate in tutto alla scuola 26 ore di mediazione.

 Come ogni anno funzionali al progetto sono i materiali dello Scaffale interculturale, che raccoglie testi e altri materiali anche su supporto informatico, che possono essere utilizzati per le attività di intercultura (testi di autoformazione, didattica, testi in lingua originale e bilingui, testi facilitati, dvd) che viene aggiornato periodicamente.


 

 Progetti dell’anno scolastico 20122013

La Commissione Intercultura è una delle commissioni miste della Scuola, è composta da docenti e genitori.
Per l’anno scolastico in corso sono stati avviati i seguenti progetti:

  • Progetto Solidarietà : dicembre 2012
  • Scuola delle mamme: inizio novembre 2012 termine maggio 2013
  • Progetto “LA MIA AFRICA”: inizio gennaio 2013 termine maggio 2013
  • Progetto “La scuola a disegni animati” inizio gennaio 2013 termine maggio 2013
  • Conferenze genitori: aprile 2012

PROGETTO SOLIDARIETA’

Gli alunni hanno conosciuto in modo semplificato, una realtà diversa dalla loro, riconoscono il diritto negato all’istruzione, aiutano con proposte concrete.

Il progetto si è articolato in due parti:

Nella prima fase, la Settimana della Solidarietà (3-10 Dicembre) gli alunni sono stati sensibilizzati con letture e immagini , hanno svolto varie attività didattiche e prodotto elaborati da esporre durante il Mercartino di Natale.

Nella seconda parte, 10-11-12 Dicembre dalle ore 16.45 alle ore 18.45 le famiglie hanno partecipato al Mercatino di Natale nell’atrio della scuola Primaria. Il ricavato è stato di 1068 euro!!

LA SCUOLA DELLE MAMME

Ha come obiettivo l’apprendimento della lingua italiana quale fattore indispensabile per una reale e concreta integrazione sociale. Si rivolge ad un gruppo di 18 mamme straniere, guidate da insegnanti volontarie che operano costantemente in compresenza.

LA MIA AFRICA

Si propone di sviluppare le capacità di ascolto, l’associazione dei ritmi ai luoghi di provenienza, la condivisione di esperienze di gioco, l’ ascolto e la riproduzione di suoni per intensità, durata e ritmo, infine la preparazione di un saggio finale di fine corso. I destinatari sono gli alunni classi quarte 4A, 4B, 4C, 4D

LA SCUOLA A DISEGNI ANIMATI

Gli obiettivi sono, dal punto di vista linguistico, stimolare la comprensione orale e la produzione scritta, dal punto di vista sociale /interculturale riflettere sulla diversità e sull’incontro con l’altro favorendo il dialogo e la collaborazione, nella prospettiva di un reciproco cambiamento ed arricchimento. I destinatari sono: gli alunni classe 1A, nella Scuola Primaria e i bambini cinquenni della Scuola dell’Infanzia di Via Garessio e della Scuola Ospedaliera.

CONFERENZA GENITORI

Per favorire l’integrazione fra i genitori della scuola, Il 12 Aprile 2013 è prevista la visione del film “E ora dove andiamo?” del 2011 diretto e interpretato da Nadine Labaki e la visione del film d’animazione “Azur e Asmar” per i bambini delle classi quinte. Seguiranno conferenze.

Progetti

W-TORINO
W-TORINO

muse

biblio

bannerbibl-.jpg

lim

intercultura

curricolo-scuola

valutazione

bes

teleintendo

banner1

univ tiroc